Web agency Bologna – Cos’è questa storia dei cookie?

Dal 3 giugno diventerà obbligatorio per ogni sito internet che utilizza i cookie fornire ai propri utenti un informativa sulla privacy in cui rendicontare tutto ciò che riguarda i dati da essi raccolti e i relativi scopi.
Si accende cosi un riflettore sulla privacy dei lettori e una maggiore informazione sui i cookie, questi sconosciuti.
Ma cosa sono in breve i cookie? Detta in maniera breve e semplicistica essi sono degli strumenti che permettono di raccogliere dati. questi si suddividono in più tipi. Ci sono:

    • Cookie cosi detti delle prime parti, si tratta di quei cookie che provengono dal proprietario del sitp
    • Cookie così detti delle seconde parti, sono quelle delle realtà terze con cui ovviamente il proprietario viene a contatto, un esempio tra i tanti è quello subito eloquente di google analytics.

Questi “biscotti”invadenti possono poi suddividersi in altre due tipologie presto dette:

      • I cookie tecnici, sono poco impattanti per quanto riguarda la privacy, essi si limitano a mere questioni pratiche, come registrare la scelta della lingua selezionata e simili
      • Ci possono poi essere i cookie di profilazione, questi sono sicuramente più invasivi dei precedenti ed anno come funzione la raccolta di dati personali, più che altro legate alle preferenze e alle abitudini dell’utente. Questo tipo di cookie viene utilizzato per esempio per messaggi pubblicitari mirati.

Nell’informativa dovranno essere ben specificati 4 punti

    • che i cookie di profilazione vengono utilizzati per inviare mail pubblicitarie su target.
    • che il sito come sopradetto prevede anche l’invio di cookie provenienti da parti terze.
    • Sarà redatta l’informativa più ampia da approfondire cliccando un link apposito, con le indicazioni sulla possibilità di
    • L’informazione ben chiarita che avanzando nella navigazione si va a prestare  automaticamente consenso all’uso dei cookie.

 

Ma si tratta davvero di una novità? In realtà la risposta è no!
Non si tratta infatti di una nuova normativa. Quest’ultima e già stata introdotta a partire dal lontano 1996, prevedendo l’obbligo per i titolari di informare l’utenza del trattamento dei dati personali. Si può dunque affermare che il provvedimento si limita a rendicontare maggiormente la questione privacy.
Mi raccomando! Il nuovo provvedimento va preso molto sul serio, se il vostro sito dovesse essere beccato senza informativa necessaria, il rischio è alto, si prevedono infatti fino a 120.000 euro di multa applicabili.
Scopri tutti i dettagli su come inserire in maniera corretta l’informativa leggendo il blog della nuova web agency di Bologna. .

Leave a Reply